A ogni casa il suo clima e la sua aria (pulita)


Nicoletta Carbotti

Nicoletta Carbotti
 • 
Nicoletta Carbotti

Blogger CF Style

Ci sono tecnologie che consentono di installare nelle abitazioni sistemi di climatizzazione altamente efficienti. Garantiscono il benessere ambientale sia d’estate sia d’inverno. E proteggono la salute di chi ci vive.

Sto seguendo la ristrutturazione di un appartamento di grandi dimensioni, in cui mi si chiede di progettare in modo molto efficiente la climatizzazione affinché, sia d’estate sia d’inverno, siano garantite le condizioni ottimali di benessere ambientale, con grande attenzione alla temperatura, all’umidità e alla qualità dell’aria.

In particolare i miei clienti sono molto sensibili al tema del ricambio e filtraggio dell’aria e alla sua sanificazione. Gli ambienti da climatizzare sono cinque e stiamo valutando tanto soluzioni a vista quanto soluzioni integrate, canalizzate.

Ho chiesto il supporto tecnico degli esperti dell’azienda Viessmann per individuare i prodotti più adatti a questa casistica da proporre ai miei clienti. Ecco le loro risposte.

Quale tipologia di impianto è consigliato?

Per ricambiare l’aria in maniera continuativa e controllata, garantendo sempre un elevato livello di qualità, l’impianto da prevedere è un sistema VMC (Ventilazione Meccanica Controllata) con un adeguato sistema di filtrazione; per il controllo della temperatura e, in estate, dell’umidità negli ambienti è necessario affidarsi a un impianto di climatizzazione, composto da un’unità esterne e fino a 5 unità interne. Le unità interne potranno essere installate in ogni locale da climatizzare, a vista, o anche nel controsoffitto dei corridoi, se possibile, con la possibilità di essere canalizzati e climatizzare più locali.

A cosa serve la ventilazione meccanica controllata?

Per fare in modo che l’aria interna sia di buona qualità, è necessario garantirne un ricambio costante. Esistono due modi per farlo: l’areazione (o ventilazione) naturale e quella meccanica, cioè “forzata”. La prima, che si ottiene aprendo le finestre, non è sempre salubre, dati i livelli di inquinamento dell’aria esterna; inoltre, causa dispersione del calore accumulato e sbalzi di temperatura in casa.

I sistemi per la ventilazione meccanica controllata (VMC), come Vitovent e il nuovo Vitoair di Viessmann, non presentano nessuno di questi inconvenienti. Sono basati su sistemi di aspirazione che prelevano l’aria viziata dagli ambienti “sporchi” e su diffusori che reimmettono quella esterna pulita, una volta passata da un sistema di filtraggio capace di eliminare anche i pollini.

Il ricambio è continuo, 24 ore su 24.

Inoltre, un sistema VMC è efficace anche in termini di riduzione dei consumi energetici: oltre il 90% del calore contenuto nell’aria di scarico viene recuperato grazie a uno scambiatore di calore e utilizzato durante la stagione fredda per riscaldare l’aria di ingresso. In estate e nelle mezze stagioni, in particolari condizioni, la ventilazione meccanica controllata consente di reintrodurre aria fresca (funzione di free-cooling), senza che questa passi dallo scambiatore di calore, per rinfrescare in modo naturale gli ambienti.

Posso controllare la qualità dell’aria anche con un climatizzatore?

I climatizzatori residenziali Vitoclima di Viessmann integrano la tecnologia a plasma freddo per la sanificazione dell’aria indoor. Il principio di ionizzazione a plasma freddo è simile a quello dei fulmini, non vengono utilizzati disinfettanti e non si iniettano sostanze nell’aria: un campo elettrico oscillante determina l’aumento dell’energia cinetica delle molecole dell’aria, che entrano in collisione ad alta velocità liberando ioni. Le molecole di ossigeno ionizzate sono in grado di disaggregare molti inquinanti e di danneggiare le membrane cellulari di virus e batteri, annientandoli. L’efficacia della ionizzazione contro gli agenti microbici è confermata da test effettuati anche da alcune Università italiane.

Che impatto ha sull’ambiente la tecnologia dei climatizzatori Vitoclima?

I climatizzatori Vitoclima per il residenziale – serie 200-S Comfort, 232-S, 300-S – utilizzano il gas refrigerante ecologico R32, che sarà obbligatorio dal 2025 per tutte le installazioni in quanto ha un impatto ambientale estremamente ridotto.

Quanti locali posso climatizzare con un unico impianto di climatizzazione?

Il climatizzatore multisplit Vitoclima 300-S di Viessmann in classe A++ consente di collegare a una singola unità esterna fino a cinque elementi interni.

È possibile scegliere la tipologia di elemento che meglio si sposa con il tipo di stanza. Puoi scegliere di installare un’unità interna a parete elegante e moderna in soggiorno per climatizzare la zona giorno, mentre nel reparto notte puoi optare per una soluzione invisibile come le unità interne canalizzate, da posizionare nel controsoffitto. In questo modo crei un impianto personalizzato, che ti assicura la giusta temperatura in tutte le stanze, senza compromettere l’estetica della casa.

The post A ogni casa il suo clima e la sua aria (pulita) appeared first on CasaFacile.

Iscriviti alla Newsletter

Get latest news and update

Newsletter BG