Dettagli nordici e decorazioni floreali per un appartamento di inizio Novecento pieno di luce

Per raccontare questa casa, lasciamo la parola ai nostri lettori Danilo e Paolo, che hanno curato personalmente la ristrutturazione e l’arredo della loro casa a Heidelberg, in Germania. Puoi anche seguirli su Instagram sul loro profilo @homeinheidelberg!

Siamo Danilo e Paolo, 37 e 34 anni, originari di Milano e Cuneo. Siamo rispettivamente un fotografo professionista e un docente di danza e viviamo ad Heidelberg, in Germania, dal 2014 e dove ci siamo sposati nel 2016.

Siamo appassionati di interior design, viaggiatori incalliti e amanti della vita. L’arte e il design sono una costante del nostro quotidiano e ciò che rende il nostro viaggio emozionante, colorato e meravigliosamente stimolante!

La scelta di risiedere ad Heidelberg è stata dettata dal lavoro (Paolo è ballerino solista al locale Teatro Statale), ma, ad ogni modo, questa città ci ha subito affascinato per la sua vicinanza alla natura, il suo valore storico (città del romanticismo, amata da filosofi e poeti e con la terza università più antica d’Europa) e il suo vibrante carattere studentesco che la rende internazionale e vivace.

Abbiamo passato molti anni alla ricerca dell’appartamento perfetto vivendo contemporaneamente in affitto in uno di 40 metri quadri nel cuore della città vecchia e, quattro anni dopo, il 6 gennaio 2018 per la precisione, abbiamo trovato la casa dove viviamo tuttora: l’appartamento tanto sognato in cui costruire un futuro insieme.

È stato amore a prima vista!

L’appartamento aveva tutte le caratteristiche che desideravamo e anche di più: la vista, la posizione, il fascino, lo stile e uno spazio sufficiente per ospitare lo studio fotografico di Danilo.

L’ appartamento misura 90 mq e si trova nel centro storico. La sua struttura rispecchia perfettamente lo stile dei primi del Novecento, in quanto l’edificio risale al 1905.

Dalla porta d’ingresso si snoda un lungo corridoio che divide l’appartamento da nord a sud e che termina nel bagno padronale.

Sul lato nord si trovano la cucina e il soggiorno – originariamente separati da un muro, ora coesi in un ampio open space. Inoltre, nel lato della cucina si trova un balcone che si affaccia sul fiume e sulle suggestive colline della città; un valore aggiunto allo storico appartamento, ampiamente utilizzabile nei mesi caldi – dato che Heidelberg gode di uno dei climi più miti della Germania – che si presta perfettamente per un brunch domenicale, un “quick bite” durante la pausa pranzo o un aperitivo al tramonto dopo una lunga giornata di lavoro.

Sul lato sud, la camera da letto, impreziosito da stucchi catalogati dalle belle arti, e uno spazioso home office, che vista la sua metratura generosa, ospita inoltre lo studio fotografico di Danilo.

L’appartamento non era però come lo vedete oggi. Non appena acquistato, Danilo si mise al computer per progettare e fare ricerche per quella che sarebbe diventata la nostra casa.

Ci sono voluti quasi 8 mesi per ristrutturare completamente l’intero appartamento, inizialmente in pessime condizioni. Dall’impianto idraulico ed elettrico, all’abbattimento di due pareti, al restauro di tutte le porte, al rinvenimento del parquet nascosto sotto uno linoleum, alla scoperta (meravigliosa) di uno stucco originario del Novecento nascosto sotto al soffitto della camera da letto, fino al restyling totale di tutte le stanze.

Potremmo definire il nostro stile un mix tra minimalismo e stile nordico combinato con un po’ di colore qua e là, che restituisce un’atmosfera mediterranea all’appartamento.

Crediamo che l’equilibrio si raggiunga quando diverse trame, materiali e superfici possano coesistere insieme e allo stesso tempo, riescano ad elevarsi a vicenda. La nostra principale ispirazione viene dalla natura e le nostre grandi finestre che si affacciano sulle colline sono una fonte preziosa ogniqualvolta desideriamo giocare con una nuova ambientazione e setting. Di tanto in tanto potrete trovarci vicino a quelle finestre, a contemplare in silenzio lo scorrere del tempo e la meraviglia delle stagioni che cambiano inesorabilmente.

Quando scegliamo un qualsiasi pezzo di design, guardiamo prima alla sua storia; riconoscere il percorso che ha portato un’azienda o un designer a creare un determinato prodotto è qualcosa che interessa immensamente entrambi. Le compagnie con le quali ci sentiamo più connessi sono per lo più scandinave, come Hay Design, Bolia, Louise Roe, Pols Potten, Louis Poulsen, GUBI, Vitra ,per citarne alcune.

Ma non mancano certo i brand italiani come Artemide e Flos, che ci sono particolarmente care per il loro stile, il loro carattere audace e l’estetica innovativa.

Tutte le nostre pareti sono di colore bianco opaco tranne quelle della camera da letto, color fango, e quelle del soggiorno, di un beige tenue. Il nostro intento è quello di lasciare la base il più neutra possibile, giocando con dettagli ed elementi decorativi colorati.

Amiamo i tessuti la cui trama ruvida e raffinata sia capace di conferire un’immediata plasticità a tutto ciò che ricopre facendone risaltare la tridimensionalità e la geometria.

Ristrutturare un appartamento e cambiarne lo stile è, a nostro avviso, un progetto di vita emozionante e incessante; il gusto asseconda le diverse fasi della vita e si evolve e cresce con noi.

Niente è per sempre e siamo continuamente alla ricerca di come il nostro appartamento possa riflettere al meglio la nostra visione attuale.

Danilo ha creato @homeinheidelberg il 30 dicembre 2020 per mostrare la sua passione verso l’interior design e la fotografia d’interni. Paolo lo ha raggiunto attivamente pochi mesi dopo. Siamo entrambi estremamente attivi su IG poiché crediamo nel concetto di comunità e in come si possano supportare, ispirare e condividere idee e pareri nonostante la distanza geografica dei profili. Questo senso di unione ci sta molto a cuore e ci spinge ad approfondire e portare avanti la nostra ricerca.

La nostra mascotte è sicuramente la nostra Bulldog francese Tina, di 7 anni. Ed è per noi impossibile immaginare la nostra casa senza di lei.

Se potessimo dare tre consigli a chi decide di decorare e arredare casa sarebbero:

“Prepara il campo” partendo da zero. Rimuovi prima tutto ciò che hai da quello specifico punto che desideri riorganizzare. Nella maggior parte dei casi, iniziare da zero è il miglior modo, e normalmente il più veloce, per ottenere ciò che hai in mente.
Lasciati ispirare da tutto ciò che ti interessa – un libro, una mostra d’arte, un film, una foto, una passeggiata all’aperto, una sensazione – perché la tua casa dovrebbe riflettere chi sei, i tuoi interessi e le tue passioni. Casa dovrebbe essere quel luogo in cui sei costantemente pervaso da un senso di pace e benessere; un insieme di colori, sfumature, accostamenti e dettagli capaci di conferire un’atmosfera accogliente e avvolgente e, con delicatezza e cura, rendere casa quel luogo prezioso in cui fare ritorno ogni sera.
Decora coi fiori. Per noi i fiori sono un must, impossibile starne senza; solitamente ogni nostra stanza accoglie un bouquet o una composizione floreale. I fiori regalano un’istantanea sensazione di cura, eleganza, stile e freschezza. Un semplice bouquet di tulipani può portare immediatamente bellezza e regalare vita allo spazio che occupa.

Ma il consiglio più importante è quello di non prendersi mai troppo sul serio: decorare è un piacere e ci si dovrebbe divertire al massimo a farlo, ogni volta. Crea un mood board con i tuoi materiali e colori preferiti. Concediti del tempo per assaporarne l’essenza, per contemplare, analizzare e comprendere la sua bellezza. La fretta, come in ogni altro aspetto della vita, è solitamente una pessima consigliera quando si parla di interior design. Time is the key.

The post Dettagli nordici e decorazioni floreali per un appartamento di inizio Novecento pieno di luce appeared first on CasaFacile.

Iscriviti alla Newsletter

Get latest news and update

Newsletter BG