Il lato lieve del ‘more is more’ per chi ama il décor contemporaneo

Velluti, metalli, nuances dal cipria al malva e carte da parati di forte impatto che rimpiazzano il concetto di quadri alle pareti. E il ‘tanto’ riesce a non diventare troppo!

Valentina lavora per una ‘tech company’ e si occupa di nuove tecnologie. Viveva già dalle parti di Porta Venezia: «Mi piace stare in città, con il tram e i ristorantini sotto casa, in una situazione da quartiere parigino. L’appartamento ha proprio quell’allure: soffitti alti e stondati, parquet che scricchiola, serramenti con il chiavistello».

Le scelte fatte

La ristrutturazione è stata guidata dell’architetto Sofia Sarzano, ma è solo durante il lockdown che Valentina ha avuto lo sprint per finirla: complici Stefania Passera di Nap Atelier prima e la nostra stylist Giovanna Fra dopo, la casa ha assunto un décor massimalista che sicuramente si fa notare.

Il tocco di stile

I soffitti molto alti sono evidenziati dalla presenza di carte da parati ‘forti’ e dall’assenza di quadri.

The post Il lato lieve del ‘more is more’ per chi ama il décor contemporaneo appeared first on CasaFacile.

Iscriviti alla Newsletter

Get latest news and update

Newsletter BG