Misure: l’impianto elettrico in bagno

La normativa CEI 64-8 definisce le indicazioni da rispettare per la progettazione di illuminazione e sistemi elettrici in bagno, dividendo il locale in 4 aree di pericolo.

ECCO LE 4 ZONE DI PERICOLO IN CUI DIVIDERE IL BAGNO

Zona 0

È il volume interno alla vasca da bagno o al piatto doccia: è vietata l’installazione di materiale elettrico. Le condutture elettriche che attraversano quest’area devono essere incassate per almeno cm 5.

Zona 1

Volume sopra doccia o vasca fino a cm 225h da terra: sono vietati interruttori e prese. Ok allo scaldabagno e ai campanelli di sicurezza con cordino isolante, il più in alto possibile.

Zona 2

È il volume attorno alla zona 1 fino a 60 cm sull’asse orizzontale: gli apparecchi devono avere indice IPX4 (protetti dagli spruzzi), comprese le luci sopra il lavabo. Ok a lampade, impianti di ventilazione, scaldabagni, pompe per vasche idromassaggio.

Zona 3

È il volume oltre la zona 2: ok a prese di corrente da 220/230 V con disconnessione automati- ca e interrutore differenziale non superiore a 30 mA.

Sfoglia la gallery e scopri anche le distanze minime per bagno con la doccia o con la vasca!

The post Misure: l’impianto elettrico in bagno appeared first on CasaFacile.

Iscriviti alla Newsletter

Get latest news and update

Newsletter BG