Ogni tavola è la storia di un incontro con le posate Jungle di Sambonet

Amanda Deni
 • 
Amanda Deni RossoTibet

Blogger CF Style

Good living è anche sinonimo di lentezza, di stop ai ritmi frenetici e riscoperta della quiete e del tempo da dedicare agli affetti. E voi, siete capaci di rallentare?

Per me il modo perfetto è organizzare un pranzo o una cena slow, perché mi permette di prendermi del tempo per preparare qualcosa di speciale, presentarlo su una tavola curata, gustarlo insieme alle persone che amo.

E così, seduti davanti a del buon cibo incontriamo gli altri, ma ritroviamo anche noi stessi.

La mise en place

Per questa mise en place ho scelto le posate Jungle di Sambonet, una collezione ideata dal fashion designer Gianni Cinti, ispirata ai ritmi lenti della natura e al concetto di incontro.

Su entrambi i lati di ciascuna posata è impresso un decoro a foglie stilizzate, un intreccio apparentemente casuale di elementi naturali, foglie, segni astratti, sovrapposizioni e rigori geometrici. Ma quando accostiamo forchetta, cucchiaio e coltello, emerge il grafismo asimmetrico di Jungle, così come è stato concepito dal designer, per invitare alla calma, alla riflessione, allo slow living, al riappropriarci del nostro tempo per vivere in equilibrio, anche in tavola.

Così il design di Jungle diventa simbolo dell’incontro e invito ad assaporare in lentezza ogni momento di condivisione.

Un “nuovo classico” al pari di un capo di guardaroba estremamente versatile che può esprimere look differenti a seconda dell’abbinamento. Alla tradizionale versione inox 18/10, anche in versione Mirror, Sambonet aggiunge una ricercata palette di colorazioni PVD Gold, Copper e Black.

The post Ogni tavola è la storia di un incontro con le posate Jungle di Sambonet appeared first on CasaFacile.

Iscriviti alla Newsletter

Get latest news and update

Newsletter BG